Tecarterapia

Cos’è
La tecartepia o endodiatermia è un apparecchiatura terapeutica innovativa che sfrutta l’attivazione energetica del corpo del soggetto stimolando dall’interno le strutture biologiche che, attivando i naturali processi riparativi cellulari, dimezzano i tempi di recupero per la guarigione.

Come funziona
Mentre nelle altre terapie l’energia viene trasferita alla zona trattata dall’esterno, durante la tecarterapia viene stimolata l’energia interna dei tessuti, grazie a un movimento di attrazione e repulsione delle cariche ioniche dell’organismo.
La Tecar utilizza 2 elettrodi

  • Uno CAPACITIVO che agisce sui tessuti molli quali muscoli, tessuto connettivo, vasi linfatici e sanguigni
  • Uno RESISTIVO che agisce su strutture più profonde quali articolazioni ossee e cartilaginee, legamenti, menischi e tendini

A cosa serve?
La movimentazione delle cariche ioniche determina l’attivazione metabolica delle cellule con i conseguenti effetti sulla zona trattata:

  • Aumento della vascolarizzazione
  • Aumento dell’ossigenazione dei tessuti
  • Effetto analgesico
  • Effetto antinfiammatorio
  • Effetto decontratturante
  • Effetto riparativo cellulare

Indicazioni terapeutiche

  • Infiammazioni tendinee e muscolari
  • Contratture
  • Stiramenti e strappi muscolari
  • Epicondiliti e epitrocleiti
  • Tendinite e borsiti della cuffia dei rotatori
  • Artrosi
  • Dolori cronici ricorrenti
  • Lombalgie e lombosciatalgie
  • Cervicalgie
  • Cicatrici aderenti e cheloidi

Controindicazioni

  • Gravidanza Pazienti portatori di pacemaker
  • Infezione acuta dei tessuti molli/ossa
  • Nuclei di accrescimento nel punto focale se si utilizzano energie elevate
  • Malattie della coagulazione del sangue

Quante sedute
Il numero di sedute indicato dipende dal tipo di patologia trattata e dalla tempestività dell'intervento terapeutico dopo il trauma.
E' sempre consigliabile intervenire entro 48 ore dall'evento traumatico, sopratutto quando si tratta di un soggetto sportivo. In questo modo la tecarterapia può sfruttare al massimo le proprietà riparative cellulari dell'organismo e risolvere il problema in 3-5 sedute, in base all'entità della lesione.
Per problemi cronici ricorrenti, invece, sono solitamente consigliabili 6-10 sedute, in base al tipo di patologia e la storia clinica del paziente.
Affidarsi a una prescrizione medica del dottore specialista è senz'altro il modo più opportuno per ottenere indicazioni precise sul numero di sedute da effettuare e i tempi di guarigione.

Fisioterapia
Prenota una Visita a Como
ACCETTOInformativa: Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy. Consenti all'uso dei cookie cliccando sul pulsante "ACCETTO" o continuando a navigare.